Possibilità e limiti nella valutazione della competenza interculturale

Competenze interculturali

La valutazione della competenza interculturale è un tema di primaria importanza, specie oggigiorno in una società divenuta sempre più complessa e multiculturale. Lungi dall’essere una questione di mera scelta metodologica, rappresenta piuttosto una sfida teoretica, epistemologica e, in ultima analisi, etica per il riverbero della stessa sui soggetti chiamati in causa. Cosa significherebbe, infatti, pensando a delle conseguenze pratiche, fattive, se uno studente non desse importanza a diritti umani e diversità culturali? O se avesse un livello minimo di rispetto per il prossimo? E quali sarebbero le implicazioni di una valutazione “negativa” in termini di azioni conseguenti da parte degli insegnanti? Dovrebbero intervenire cercando di modificare valori e attitudini degli alunni? Questi sono solo alcuni dei quesiti che delineano un campo tuttora spinoso e dibattuto. L’autrice, dopo averne analizzato al uni nodi critici, tra cui i limiti dei modelli attualmente esistenti in letteratura, la difficoltà nel
valutare l’attitudine e la consapevolezza in maniera attendibile, le lacune nello stabilire la relazione che intercorre tra la competenza interculturale tout court e una prestazione competente dal punto di vista interculturale, avanza delle proposte per la conduzione della valutazione in ambito educativo.

Scarica l'articolo completo a fondo pagina